Sylvia Plath, la ragazza che voleva essere Dio

Pubblicato il 29 marzo 2014

Conversazione con Ornella Cioni, presidente de Il Filo di Eloisa. Associazione culturale Eloisa Manciati

Venerdì 4 aprile, ore 17.30

Libreria Parole Ribelli, Corso Cavour 3, Orvieto

Venerdì 4 aprile, alle ore 17.30, presso la libreria parole Ribelli di Orvieto, Il Filo di Eloisa presenterà il primo di due incontri dedicati a poete del Novecento, una americana, Sylvia Plath e due russe, Anna Achmatova e Marina Cvetaeva. Gli incontri sono già stati sperimentati con le classi quarte e quinte del Liceo Majorana e fanno parte di un più vasto progetto intitolato "Le imperdonabili", dedicato, oltre che alle poete citate, anche a Emily Dickinson, Cristina Campo e Antonia Pozzi, intorno alle quali Il Filo di Eloisa ha lavorato in questi ultimi due anni nella scuola.
Nel primo incontro Ornella Cioni attraverserà la vicenda biografica e artistica di Sylvia Plath con un'incursione nella sua vasta produzione poetica e nel romanzo autobiografico "La campana di vetro". Saranno offerti spunti di riflessione percorrendo la profonda dicotomia che caratterizza la biografia dell'artista e sostanzia lo spazio narrante della sua opera.

Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori




Powered by Akebia - Content Management System SmartControl